lunedì 24 dicembre 2007

Buon Natale a tutti

Desolazione da film Western, dopo che sono passati i banditi. Vento che soffia impietoso, fischiando sulla strada principale in terra battuta. Alza un polverone e rimuove gli sterpi che accompagnano il cammino. Case mezze distrutte ai lati della strada, pozzi inaridi dall'arsura, e la porta del saloon che sta per cadere a terra. Basta che la tocchi e cade a terra.
Qualche rapace per aria che stride dopo aver fatto fuori le ultime carcasse. Stride e ti avverte: via di qui. Qui non c'è nessuno. E se non ti muovi tornano i banditi. E bang bang. Addio anche a te!
Sembra questa la blogsfera in questi giorni.
Ma la telecamera indugia sullo stivale di un pistolero che ha attraversato di corsa il deserto (tipo Trinità) ed è appena giunto in città. Deve muoversi, perchè se tornano i banditi, una pallottola in testa non gliela leva nessuno.
E così io, appena arrivato nella desolazione della blogsfera del pre-natalizio, avanzo piano piano. Ci sono telecamere disposte ad indugiare su una mia scarpa da ginnastica?
Passo di qui, molto di fretta sennò tornano i banditi, solo per farvi gli Auguri per un felice e sereno Natale. A tutti voi che, attraversato il deserto di corsa, siete incappati su questo blog, e anche a voialtri, che non vi passa proprio per la testa di attraversare il deserto di corsa. Nè tantomento di passare su questo blog (nemmeno ci fossero i banditi che sparano)!!!
Il mio Natale, da sempre, ha una colonna sonora che nulla ha a vedere con il Natale. C'è una canzone, Mrs. Robinson, che non so perchè, ma a casa mia, sin da piccolo, risuonava per le stanze proprio il giorno della vigilia.
E mi piace ascoltarla proprio questo giorno, perchè anche se non mi sono mai andato a leggere il testo, penso che alla fin fine quella musica metta allegria. Non so voi, ma a me, mette allegria.
Con il tempo, studiando un pò di inglese, ho iniziato a capire qualche frase della canzone. Ce n'è una che mi incuriosisce parecchio: "Mrs. Robinson, Jesus loves you more than you will know".
Cavolo, mi vien da pensare! Che culo 'sta Signora Robinson. Non lo sa, ma Gesù la ama più di quanto lei possa immaginare.
E chissà, che non sia per tutti così.
Lo spero e ve lo auguro. Lo auguro soprattutto a me: così se tra un pò tornano i banditi, e iniziano a sparare, posso star tranquillo che non faranno centro.
Ecco a voi il video di Mrs. Robinson. Gesù, amaci a tutti più di quanto possiamo immaginare!


Buon Natale a tutti!

sabato 22 dicembre 2007

Mastella abbandona Anno Zero e il TG5 stravolge i fatti

Vi prego di leggere attentamente quello che sto per scrivere e di guardare i video che sto per proporre nel corpo di questo post. Come argomento non sarà molto divertente, ma sono denuce che bisogna fare se ci teniamo un minimo alla NOSTRA DEMOCRAZIA.
Oggi su you tube sono casualmente incappanto in una vecchia puntata di Anno Zero, nella quale il Ministro Mastella, indignato, abbandonava lo studio perchè, a suo parere, gli venivano rivolte delle domande "opziose"(ma che è un neologismo???).
Oggetto di discussione era la questione dei Pacs, e un ragazzo ha posto al Ministro tale domanda: per quale ragione in Italia vi è una tale resistenza ai Pacs, nonostante vi sia una Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo varata nel 1948 (e quindi, non due giorni fa) secondo la quale nella fruizione dei diritti fra gli individui non vi deve essere distinzione, tra le altre cose, per il sesso?
Domanda legittima e sacrosanta. Mastella non risponde. Parte la pubblicità, e appena ripresa la trasmissione abbandona lo studio. Al di là delle opinioni sul tema dei Pacs, vorrei proporvi il filmato dello spezzone di puntata e, a seguire, il filmato del servizio mandato in onda dal TG5 per denunciare lo stravolgimento dei fatti perpetrato dal telegiornale.
Eccovi il video di Anno Zero.


E ora vediamo la ricostruzione dei fatti secondo il TG5.


Il Tg5 riporta solo la frase pronunciata dal vignettista Lauro, omettendo del tutto il dibattito sulla questione dei Pacs. Un'informazione che disinforma!

giovedì 20 dicembre 2007

Meme fotografico

Bè, come si suol dire in questi casi, "meglio tardi che mai"?!?!? Eccomi a cimentarmi con il meme fotografico che mi è stato lanciato da Maricri e dalla Coniglia (ciaaaoooo CAREEEE!!!!).

Allora, la foto che vedete è stata scattata dopo una partita oserei dire storica. Di quelle partite tra scapoli e ammogliati, dove però ci si lancia sempre la scommessa del secolo. E difatti, scommessa fu! Dissi io "se perdo, mi taglio i capelli". Naturalmente ho perso. E difatti l'espressione del mio viso è alquanto incavolata (sono quello in basso alla vostra sinistra. Quello senza maglietta, per capirci). Una sconfitta passata agli annali perchè siglata al 90esimo minuto, da un gol del mio caro amico Antonio (che è quello in basso al centro, maglietta bianca), il quale strafregandosene del mio scalpo mi ha fottuto la palla e dopo una cavalcata "coast to coast" ha segnato il gol che mi ha spedito direttamente dal parrucchiere (senza nemmeno passare per il via). Per ulteriori informazioni su quella partita, cliccate qui . Correva l'anno 1997!
Questa foto risale a qualche tempo prima. Io sono il bimbo in basso, quello che tiene la cassetta, e quelli sono i miei cugini. Bè, oserei dire che siamo molto meglio noi della famiglia Adams. Nella foto veniamo ritratti in uno dei tipici momenti di cazzeggio che eravamo soliti esibire durante le riunioni di famiglia. Pubblico questa immagine in quanto a mio avvisto può rappresentare uno spot per l'integrazione dei popoli: tutti vanno accettati! Credo sia stata geniale l'idea di accettare l'accettatore in persona. Idea che reputo congeniabile solo dalla mente contorta di mio cugino Eugenio (che è quello che nella foto accetta l'accettatore).
In questa foto sono raffigurati i miei compagni dell'Università. Non so chi sia quello con gli occhiali che i miei compagni hanno aggiunto alla foto. Dicono che sono io, ma vi assicuro che non è così: quello della foto non mi assomiglia per niente! Forse si scattavano le foto senza di me, e mi rimpiazzavano con un manichino (che ripeto, non mi somiglia per niente) vestito con la mia camicia. E' inutile che poi mi vengono a dire che quello sono io!
Questo sono io veramente. Liegi, Gennaio 2007, alla radio! Esperienza breve, ma davvero divertente. Pensate che uscivo dalla radio dopo aver condotto il programma e ti incontravo i fans - tantissimi fans - che mi chiedevano pure l'autografo! Qui a Roma, invece, di fans ne ho talmente pochi che quando li incontro sono io che chiedo l'autografo a loro!
E per finire, una foto che mi causerà la perdita di molti lettori. Ebbene, non credete che quei 4 individui siano ridicoli? Si trattava di partecipare ad un concorso per travestiti: il travestito che sembrava più donna, vinceva. Io a loro gliel'avevo detto di non partecipare, di non farsi fregare! Pensate che volevano che partecipassi pure io. Io naturalmente ho detto di no! Perchè non è che ti stai travestendo per il carnevale. Al 22 di luglio, il carnevale è già passato da un bel pò! E che ti inventi quando poi incontri gli altri per strada? "ehm, ciao, sto andando a un concorso per travestiti"...ma come fai?!?!?
E la cosa grave, è che poi il giorno seguente, riprese le sembianze "umane" c'era gente che li riconosceva come i "trans" della sera prima. Addirittura al ragazzo che nella foto ha il vestito verde, gli hanno pure detto che è più "bono/a" da donna che da uomo.
Io gliel'avevo detto di non partecipare!!!
Meme svolto! Considerato il ritardo con cui ho fatto il "compitino", non posso permettermi di nominare nessuno! Mi limito a mandare un saluto a tutti quelli che passano di qui! Ciao ciao!

lunedì 17 dicembre 2007

La "legge Zarri"

Questo è un blog di intrattenimento. Lungi da me dal parlare di politica, attualità o altri argomenti impegnati.
Ma ho letto una cosa sul sito di Repubblica e proprio non posso tacere!
Una tal Federica Zarri, di professione pornostar, ha fondato un Circolo della Libertà (immagino quindi che anche lei come la Brambilla andrà in giro per le città a parcheggiare gazebo) e si propone di scrivere una legge per innovare il mondo della pornografia.
Senza scendere nel merito dell'iniziativa, nè sottoporre ad analisi tutte le proposte contenute nella "legge Zarri", ci sono due cose che vorrei sottolineare, che a me sembrano scandalose:
1) la proposta di prevedere un tetto minimo agli stipendi delle attrici e degli attori dei film porno, non inferiore per le prime a Euro 6.000, e per i secondi a Euro 5.000;
2) la previsione che potranno vantare della qualifica di "pornostar" solo quelle attrici che siano iscritte in apposito albo (un albo professionale?) e che abbiano girato almeno un film di produzione italiana.
Massimo rispetto per la Signora Zarri. Io non me la prendo con lei che si proclama "liberale" probabilmente senza nemmeno sapere che significa, ma con chi, sempre affermandosi "liberale" e a cognizione di causa, dovrebbe spiegarle che le sue proposte di liberale non hanno molto.
La solita Italia, oserei affermare, nella quale essere liberali viene spesso confusa con quella di avere privilegi (spesso di stampo feudale).
...................
Cara Signora Federica Zarri, che facciamo, introduciamo le tariffe minime per la "professione" di pornostar? Un tantino in controtendenza visto che le tariffe minime le hanno abolite per tutte le professioni! Vogliamo proporre una deroga appositamente per le pornostar?
E perchè proprio per le pornostar, quando ci sono tanti ragazzi della Sua età (lei ha 30 anni) che sono costretti a campare con meno di 1000 Euro al mese, e fanno dei lavori precari, nei quali può capitare che talvolta ci lascino persino la pelle! E lasciarci la pelle per 800-1000 Euro al mese fa di una tristezza!!!
E poi, cos'è questa storia dell'albo? Proclama di voler ampliare gli spazi per le pornostar in Italia e poi mi propone di istituire un albo il cui principale effetto sarebbe senz'altro quello di restringere l'accesso a tale mestiere! E il requisito di aver già girato un film di produzione italiana, che è? Una sorta di esame di abilitazione?
Insomma, mi faccia capire: vuole più spazio, ma tutto per Lei e di poche altre che già si sono affermate?
Ma mi tranquillizzo. Una legge del genere non passerà mai. Lo so io, e lo sanno anche i Leader del Suo partito, che si proclamano devoti al cattolicesimo. Ce li vede quelli che organizzano il "family day" a varare una legge in favore della pornografia?
Cara Signora Federica Zarri, spero vorrà rendersi conto che la stanno solo strumentalizzando per avere qualche voto in più.
Mezzucci squallidi della politica!

domenica 16 dicembre 2007

La mia premiazione

Dedico il raggiungimento di questo traguardo a tutti quelli che mi vogliono bene, e che mi hanno sostenuto nei momenti difficili.

video

La consegna della toga d'onore è un avvenimento di grande prestigio. La toga è dedicata ad un illustre avvocato del passato, e viene consegnata quale premio ai più promettenti giovani professionisti di Roma.

La ripresa non è il massimo visto che è stata effettuata con una macchinetta digitale, e ad una distanza anche notevole. Inoltre, purtroppo, non è stato ripreso il momento in cui la speacker chiama il mio nome per la proclamazione. Mi è piaciuto quando ho sentito il mio nome che con prepotenza rimbombava in quell'aula. Faceva un bell'effetto, da far venire i brividi! Peccato non potervelo far ascoltare! Comunque, a parte queste piccole cose, si vede tutta la premiazione! Sicuramente sarà un ricordo indimenticabile. Di quelli che è un peccato non condividerli!

Ps: la solita sfiga! Quando sono stato chiamato io per la premiazione, c'era un illustrissimo collega che mi ostruiva il passaggio! C'è voluto un bel pò per fargli capire che doveva spostarsi per farmi passare!

Ps n. 2: accendete il volume delle casse! Non vorrete mica perdervi pure gli applausi!

venerdì 14 dicembre 2007

Zampilli di adrenalina. E anche altri zampilli...

Mamma mia che emozione! Quanta gente si è raccolta in solenne partecipazione alle mie ansie per l'esame! Sono tornato da poche ore ed eccomi già qui. Con l'adrenalina ancora sparata nelle vene, e un mal di testa di quelli che sembra che qualcuno ti abbia lanciato un bidè in testa. E che abbia fatto centro.
Di dormire proprio non se ne parla. Sono stanco, ho sonno, ho il mal di testa (vittima da lancio perfetto di bidè), ma non riesco a dormire. Zampillo adrenalina!
E quindi eccomi qui, a comunicarvi la lieta novella: è andata!
Sono abbastanza soddisfatto di come ho svolto le tre prove. Il che non significa che siano perfette, nè che io possa affermare con assoluta certezza che sono passato. No, non si può mai essere sicuri di essere passati, soprattutto dopo quello che ho visto.
Significa solo, che sono contento perchè ho dimostrato (a me stesso) che ho saputo essere all'altezza della situazione. E adesso bisogna solo attendere i risultati. Che usciranno a fine luglio (quindi si sta "freschi" ad aspettare).
Ma con questo post, oltre a ringraziare tutte le persone che hanno commentato i post precedenti (e che si sono riunite in gruppi di preghiera appositamente per me), vorrei anche condividere alcune considerazioni sull'esame appena svolto. Che chissà, forse potranno essere di aiuto a qualcuno che incappi inavvertitamente su questo blog.
Ecco le considerazioni:
1) che i commissari d'esame sono talvolta più ignoranti del più ignorante esaminato (e ne ho avuto pieno riscontro visto che un commissario mentre stavamo svolgendo la seconda prova ha suggerito una soluzione talmente sbagliata che era da rimandarlo all'Università. E molti sono stati ingannati da quella indicazione). Quindi, mai fidarsi delle soluzioni proposte dai commissari;
2) che i commissari contribuiscono appositamente a creare tensione (oltre a quella che uno ha di suo a causa di un esame con il quale ci si gioca il futuro), rallentando appositamente la dettatura delle tracce (la convocazione dei candidati era per le 9:00, ma non abbiamo mai iniziato prima delle 11:30), e passando tra i banchi fingendo di esserti amico per avvisarti che stavano partendo le perquisizioni! Un vero e proprio trabocchetto, visto che non è partita mai nessuna perquisizione dei banchi (e come ci potevano riuscire? Eravamo migliaia!) che serviva solo a mettere in ansia la gente, a deconcetrarti dal compito o a costringere chi veramente stava copiando a tradirsi da solo. Addirittura ad un certo punto hanno iniziato a diffondere via microfono il bollettino dei "perquisiti" trovati in possesso di foglietti, e quindi immediatamente esclusi dal concorso.
Ad un certo punto volevo proporre di impedire ai commissari l'uso del microfono: ci deconcentravano e basta;
3) che l'esame per come è strutturato non consente di valutare le capacità dei candidati e che sono proprio i bravi a rischiarsela maggiormente, visto che se sai tanto e giustamente tanto vuoi scrivere, rischi di non consegnare in tempo (io, infatti, per riuscire a consegnare entro le 7 ore, ho dovuto svolgere tutte e tre le prove al di sotto delle mie possibilità). Non fate affidamento sulla clemenza dei commissari, che non si faranno scrupoli a strapparvi il compito di mano;
4) che è derogata ogni minima forma di rispetto della dignità umana dei candidati. Difatti spesso ci hanno fatto storie persino per andare in bagno (stateci voi 7 ore senza andare in bagno) e oggi mi è addirittura capitato una cosa che ha dell'inimmaginabile: un commissario mi ha consentito di andare al bagno a patto che la facessi in sua presenza...
Questo è quanto! Spero di non dover ripetere nuovamente l'esame soprattutto per non trovarmi più in tali situazioni degradanti.
Grazie a tutti i voi che avere tollerato i zampilli della mia adrenalina. I zampilli della mia pipì invece se li è tollerati quel commissario (secondo me era un maniaco, sennò non si spiega)!

lunedì 10 dicembre 2007

The final countdown

Il conto alla rovescia è iniziato: domani la prima prova. Stamattina mi sono sentito male, tanta era la tensione. Speriamo bene!
Visto lo stato "amebico" in cui sono ridotto, non potrò essere di troppe parole. Ci sentiamo nel week end: spero che i tre compiti vadano bene...nel senso, spero che dopo averli fatti, mi sentirò soddisfatto (non si può mai essere certi)...
Se avrò la sensazione di aver fatto bene, passerò un Natale bellissimo. Un Natale più bello di quello degli ultimi anni.
Vi saluto, e vi ringrazio per i commenti al post precedente. Fa sempre piacere sapere che c'è qualcuno che fa il tifo per te.
Per il resto, cosa aggiungere?
Continuate a pregare per me!!!!! Please!!!

lunedì 3 dicembre 2007

Riparazione guasto!

Ciao a tutti. Purtroppo il pc di casa mia si è rotto (forse un guasto alla memoria? O forse un virus che si è infiltrato nonostate l'antivirus?) e purtroppo, in attesa delle riparazioni non potrò né scrivere su questo blog, nè leggere i vostri.
Spero di poter risolvere presto, anche perchè sono rimasto in arretrato di due memi. Li farò appena possibile.
Nel frattempo vorrei ricordare a tutti voi, che è giunto il tempo della preghiera. Difatti, l'11, 12 e 13 dicembre ho lo scritto dell'esame da avvocato. Quindi, tutti voi che siete credenti, ricordatevi di iniziare a pregare per me. E tutti voi che credenti non siete, siete pregati di pregare ugualmente per me! Insomma, organizziamo (anzi, organizzate) un gruppo di preghiera!
Per finire, eccovi i risultati del sondaggio.
Ebbene, il 47% degli intervistati ha ritenuto che io fossi l'omino con i jeans. Ed infatti è così: quello sono proprio io! Ma c'è un dato da considerare: il 41%, invece, mi ha visto come la luna! Per quelli, prendo in questa sede il solenne impegno di illuminare le loro notti!
Un saluto a tutti quelli che, in mia assenza, passeranno su questo blog!