domenica 10 giugno 2007

Napoli. 50 Km all'ora oltre il limite di velocità

Napoli. Sole e mare. Immondizia e il suo tanfo nauseabondo. Bandiere azzurre in festa. Una pizza napoletana. E facce poco rassicuranti dei guappi alla Stazione di Napoli Centrale.
Colori e Sapori. Sguardi (soprattutto dei guappi).
Ma non fai più caso a niente, se stai in macchina e stai perdendo il treno di ritorno per Roma.
Napoli. 50 km all'ora, oltre il limite di velocità!
Sembra una regola. Si lo è! Ed è l'unica che devi rispettare!
Superare il limite di velocità di almeno 50 km all'ora.
E li dimentichi tutto.
Anche i sogni seppelliti di un ragazzino in cerca di una DEA.
SALVATORE GUIDI COME UN PAZZO!
Accellerazioni continue. Scalate di marcia. Dalla seconda alla quinta. Ma a Napoli la terza non la usate?!?!?
Il limite è 50, noi andiamo a 100!
Ma tranquillo, tanto è rettilineo.
RETTILINEO? Quasi rettilineo!!! ATTENTO LA CURVAAAAA...
Scampato pericolo.
Sotto il sole cocente che ci indica la strada.
Indicacela bene, mi raccomando!
CLACSON. BIIIIIIP BIIIIIIP....
Cavolo, GLI STIAMO ANDANDO ADDOSSO....
No, no...semmai era lui che veniva addosso a noi!
Finestrini aperti. Vento che riempie l'abitacolo.
Vento tra i capelli. Capelli al vento.
Che non senti più nemmeno il tanfo di immondizia.
Che lo sentivi in Pizzeria, mentre mangiavi la Pizza.
Pizza e immondizia!
Ma qui c'è il vento.
Vento tra i capelli. Capelli al vento.
Che ti entra di dentro. E tutto scompare!
Come sul pontile di Bagnoli.
Dove prima o poi, un tuffo di sotto bisogna farlo!
Come al Porto di Pozzuoli.
Dove chi ha prenotato "un posto al sole", si chiede se Carmen raggiungerà Filippo in tempo. "Filippo, Filippo! Non mi lasciare Filippo!"
Roba che tanto da quel porto partono solo navi dirette a Ischia e Procida.
Quindi "Filippo" non può essere lontano!
A noi invece "un posto all'ombra". In una gelateria. Sempre co 'sto vento.
Vento tra i capelli. E capelli al vento.
Ancora vento e....e.... etciuuuùùùùù.
Cavolo! Così mi si ammala il Pilota!
Macchina. A 110 all'ora. In città!
Non mi fanno più paura le facce poco rassicuranti dei guappi della Stazione Centrale.
Andiamo troppo veloci, non possono raggiungerci!
Gimkana (che non lo so se si scrive così. Ma è gimkana!!!). Destra e poi sinistra.
Veloce, irresistibile.
Accellera. ACCELLERA. Frenata. Scala marcia. ACCELLERA. DI NUOVO IN QUINTA!!!! ANCHE SESTA, se la macchina l'avesse!
Sfidi il vento, che ti si porta via.
Che rischi di uscire dal finestrino.
Tra le bandiere azzurre che sventolano a festa.
Francesca. Sei bellissima. Non ti ricordavo così bella. Con il vento tra i capelli. E con i capelli al vento. Che entra dal finestrino. E 100 km all'ora che scandiscono i miei pensieri.
SORPASSO.
A destra o a sinistra. Poco importa. Basta che...SORPASSO.
Anche sopra o sotto va bene.
SORPASSO.
Sorpasso tutto. Anche il mondo!
Col mare accanto. Azzurro. Che si agita.
Sventola come le bandiere!
Accellera il mare. Anche lui!
Fa il tifo per noi!
Non per i guappi dalle facce poco rassicuranti della Stazione Centrale.
Anche il mare, come noi, supera il limite di velocità di 50 km all'ora!
E' una regola. Vale anche per il mare!
Un TUNNEL? Pedoni dentro!
VAI VAI!! FAI STRIKE! uè, guarda che stavo scherzando.
STAVO SCHERZANDO...
OHOHOHOHOHOHO!!!!!
Curva a gomito. Velocità massima consentita 20 km/h. E noi la prendiamo a 70!
Sempre 50 km all'ora oltre il limite di velocità!
VELOCITA' CENTRIFUGA! Volo via. Sulla destra...
Sballotto di qua e di la...
Tra i pensieri seppelliti di un ragazzino in cerca di una DEA.
CAVOLO PERDO IL TRENO!!!
No! Ci siamo quasi!
ROTATORIA. Vicino alla stazione!
Traffico. Infernale. Imbottigliati.
No, noi no! La bottiglia non ci fa paura!
Salvatore riesce a stapparla!
Anche se non ha un cavatappi a portata di mano!
SALVATORE GUIDI COME UN DIO!!!
Se non era per te, io perdevo il treno!!
Non cantare vittoria, non è ancora detto!
Scendo dalla macchina. Di corsa.
Tre minuti e parte il treno.
Corro.
Io e Francesca.
Corriamo.
Binario 15.
Un saluto rapido.
Forse un abbraccio. Troppo di fretta!
Forse le ho detto qualcosa. Di smielato, naturalmente.
Ma troppo di fretta. Nemmeno ricordo!
E ancora di corsa.
Da solo.
A correre sul binario.
Anche io. Seppur a piedi, 50 km all'ora oltre il limite di velocità.
Ma c'è il limite di velocità per chi va a piedi e rischia di perdere il treno?
Ce l'ho fatta, si torna a Roma!
Addio mare (il sole ce l'abbiamo anche a Roma).
Addio immondizia.
Addio bandiere azzurre in festa.
Addio pizza napoletana.
Addio facce poco rassicuranti dei guappi della Stazione Centrale.
Addio sogni sepolti di un ragazzino in cerca di una DEA.
SALVATORE GUIDI COME UN DIO. UN DIO UN PO' PAZZO, PERO'. MA SEMPRE UN DIO!
Alla prossima!
E spero che "la prossima", sarà ancora con voi due!
Ma senza i sogni sepolti di un ragazzino in cerca di una DEA.



19 commenti:

ross ha detto...

Bellissimo post, la guida "sportiva" del tuo amico Salvatore mi ricorda le mie prime lezioni di guida, col mio istruttore rattrappito sul sedile e incapace di muovere un muscolo per la paura! :p

Ciao, buon martedì

P@ola ha detto...

shifta, shifta,shifta
sei bravo e meriti maggiore visibilità

Tomas ha detto...

Rimarrò incuriosito da questa DEA.....
;-)

Finazio ha detto...

Complimenti per il blog, e per il post. Sei riuscito a rendere bene i colori, gli odori, le emozioni. Complimenti. E soprattutto grazie per avermi fatto conoscere chi è quel pazzo che guida così a Napoli!

lucia ha detto...

mi è venuto il mal d'auto.
;-)
Qualcuno mi aveva detto che a Napoli guidano come pazzi, ma è importante non "perdere il treno". Ci sono treni che non passano più.

Greg ha detto...

a Ross: si, anche le mie prime lezioni di guida erano particolarmente "arrembanti". E anche il mio istruttore saliva in macchina ogno volta con il rosario in mano...

a P@ola: si, qualcuno lo "shifterò". Ma non questo. Questo post è talmente personale che nemmeno volevo scriverlo!
(a Napoli infatti ci sono andato sabato..ho aspettato un pò prima di scriverlo!)

a Tomas: non so se l'hai fatto apposta...cmq è proprio la "DEA" il personaggio principale del post (almeno nel mio intendimento).
Non la corsa per non perdere il treno, nè il vento, nè tutto il resto. Tutto il resto serve per non pensare alla "DEA"

a Finazio: e ti dirò di più! Quel pazzo è pure uno psichiatra! GUARISCE I MATTI LUI!

a Lucia: il mio treno sarebbe ripassato. Ne passa uno ogni ora! Cavoli che corsa, però!
Per il mal d'auto, basta che stai seduta vicino al finestrino :-)

Ciao a tutti!

Rosario ha detto...

Ciao greg!
ho capito: tra qualche mese ti toccherà impugnare 30 o 40 multe...
Cmq salvatore è forte: lo ricordo alla festa di laurea.

Greg ha detto...

a Rosario: no, tranquillo! Non credo che a Napoli esistano le multe. Anche perchè Salvatore si adattava perfettamente alle condizioni di viabilità degli altri automobilisti.
Tutti li superavano il limite di velocità di almeno 50 km all'ora!!
Cmq si, Salvatore è proprio forte!

Bruja ha detto...

Mamma mia...mi sembrava di essere su quella macchina a folle velocità nel traffico di napoli!!!...incalzante direi come post...mi dispiace un pò per la DEA...anzi no...mi dispiace per il ragazzino che smette di sognarLA...:-)

Greg ha detto...

a Bruja: anche a me dispiace per il ragazzino che la smette di sognarla. Ma anche per la DEA!

orchideablu ha detto...

eh già ..ho questi vaghi ricordi di Napoli...a volte mi chiedo perchè hanno messo i semafori...forse serviva un pò d'ombra...e le strisce pedonali??? la precedenza sempre agli automobilisti...gente molto ma molto simpatica però...solari e allegri...:-)) salve ...

Greg ha detto...

a orchideablu: oddio, preferirei un pò meno simpatia e più ordine!
Ciao!

Mat ha detto...

Beh, eccomi qui! Per ora un salutino veloce (mi sono letto il tuo profilo come blogger... e "Il Conte di Montecristo" è un signor romanzo), domani darò un'occhiata più approfondita.
Ciao, a presto!
- Mat

S.B. ha detto...

I delle facce poco rassicuranti alla stazione non mi preoccuperei.. almeno fichè Salvatore fa da autista ! :-)

Greg ha detto...

a s.b: innanzitutto benvenuto! Hai ragione: con Salvatore al volante, le facce poco rassicuranti della stazione non fanno paura: e quando ci acchiappano?!?!?!

LA CONIGLIA ha detto...

Greg finalmente riesco ad accedere al tuo blog! Sono diversi giorni che ci provo, ma mi dava l'inizio di questo post e poi null'altro :)
Ma ecco cvhe finalmente ce l'ho fatta! Ma il tuo amico Salvatore è proprio napoletano? perchè poche altre persone al mondo guiderebbero così in quella pazza città...se non i napoletani stessi :)
Una volta un mio amico ha fatto un sorpasso sul marciapiede...E non ti racconto altro che mi tornano i capelli dritti :)
E poi...si, chi è questa dea? La curiosità è tanta :)

P.S.
Grazie per il link e per essere passato da me, mi fa molto piacere, verrò spesso a trovarti mi piace come scrivi :)

Chiara ha detto...

Bellissimo post.
Ho rivissuto il racconto di un mio amico che era fidanzato con una napoletana.
"Praticamente se il semaforo è rosso, loro accellerano...e suonano e le macchine frecciano a destra e a sinistra. Loro si ammucchiano nel centro dell'incrocio...la mia ragazza per prima...E' rosso!!! E allora?...ma come..e allora?"
Rido ancora ora, rivedendo gli occhi terrorizzati di quell'uomo :D

Greg ha detto...

alla Coniglia: si, Salvatore è napoletano. Anche se uno non lo sapesse, se ne accorgerebbe appena sale in macchina con lui...
La Dea? Top secret...

a Chiara: si, confermo i racconti del tuo amico...

Anonimo ha detto...

Si, probabilmente lo e