venerdì 31 ottobre 2008

Napoli ha perso uno dei suoi figli prediletti

Napoli ha perso uno dei suoi figli prediletti.
Detta così, sembrerebbe rivolta a Roberto Saviano.
Lo scrittore di Gomorra alcuni giorni fa ha manifestato l’intenzione di abbandonare l’Italia.
E giù a proclami: raccolte firme in favore di Saviano, gruppi su facebook, e tantissimi giornali a dedicargli la prima pagina.
Ma stavolta, no. Questa frase non è dedicata a lui.
Napoli ha perso uno dei suoi figli prediletti.
E questo figlio prediletto,stavolta, è un altro 28enne. Non è Saviano.
Lucio P. se n’è andato via. Ha abbandonato Napoli.
Manco fosse un “africano metropolitano”, ha deciso che vivrà in un “altopiano” nella periferia “di Milano” (non me ne vogliano “La Scelta”, ma le case del centro costano troppo, e Lucio non se le può permettere!).
Lucio P. si è trasferito a Milano.
Napoli ha perso uno dei suoi figli prediletti.
Nessuno ha raccolto firme in favore di Lucio, per farlo restare. Pare anzi, che già da anni fossero stati costituiti dei comitati (gli antesignani dei “gazebo” di Forza Italia) che raccoglievano firme, appositamente per cacciarlo. E una firmetta l’ho messa anche io…
Stessa indifferenza dal popolo di facebook: a Lucio, nessuno gli ha dedicato un gruppo! Ad essere onesti, se ne fossimo stati capaci, lo avremmo fatto. E il titolo sarebbe stato: “L’Italia agli italiani e Lucio P. fuori dall’Italia”.
Per non parlare poi dei giornali: ce ne fosse stato almeno uno (ci saremmo accontentati anche solo di un giornale locale) a dedicargli un misero trafiletto!
Persino noi, suoi amici da una vita, abbiamo appreso la notizia per caso…
Manco a potergli organizzare la festa d’addio (con spranghe e bastoni).
Napoli ha perso uno dei suoi figli prediletti.
Uno che appena il Napoli vinceva una partita nel precampionato, già si cuciva lo scudetto sulla maglietta. E l’ultima volta che lo fece, una decina d’anni fa, il Napoli retrocesse in B.
Uno che si era iscritto a scuola di mimo. Ma da lì lo cacciarono perché dicevano che parlava.
Ma Lucio non era uno che faceva solo parole.
Perché, diciamocela tutta, caro Saviano: chi non sarebbe capace di scrivere un libro in cui si denunciano le responsabilità della Camorra, anche sullo smaltimento dei rifiuti?
Ma la verità è un’altra. E cioè che in pochi fanno qualcosa di veramente concreto per risolvere il problema dell’immondizia a Napoli.
Lucio lo ha fatto: da quando se n’è andato lui, per le strade di Napoli, c'è un sacco d’immondizia in meno (un sacco bello grosso, e per di più deambulante! Se tutta l'immondizia di Napoli facesse come lui, quella città diventerebbe davvero pulitissima...).
Napoli ha perso uno dei suoi figli prediletti.
E non è la solita fuga di cervelli. Perché Lucio, il cervello non ce l’aveva, non ce l’ha mai avuto. Lui del cervello non sapeva proprio che farsene.
Lui le cose complicate, non le voleva, non lo riguardavano. Lui era uno semplice.
Lo facevi contento con poco: la partita di beach volley alle sei della sera (se eravamo stanchi, al limite si ripiegava sul “sette si schiaccia”), l’uscita “per fare la pizza” (che gliel’avrò detto almeno una ventina di volte, che io la pizza non l’andavo a fare – mica so’ un cuoco – ma andavo a mangiarmela), e la passeggiata in piazzetta dopo cena.
Ed era uno che sugli spalti, non aveva nulla da invidiare a “il ragazzo della curva B”: Lucio P. era un esempio di fair-play!
Quando allo stadio gli urlavano “forza Vesuvio” o “Lavali col foco”, non se la prendeva: l’eruzione non sarebbe mai arrivata fino al Vomero, lui era salvo comunque!
E quindi, sempre forza Napoli. Forza il sole, il mare, la pizza, il Vesuvio (che se tanto erutta, a Lucio non lo piglia), il mandolino e … la “monnezza”.
Si, pure forza “monnezza”, perché anche quella è di Napoli. E quindi forza anche a lei! E caro Lucio, dimmi: anche forza disoccupazione?
Napoli ha perso uno dei suoi figli prediletti.
E chi se ne frega del piccolo” napoletano del Vomero? “Chi se ne fotte di questo"Lucio P.? "Adesso fate una cosa: spegnetela pure questa radio. Voltatevi pure dall’altra parte, tanto si sa come vanno a finire queste cose. Si sa che niente può cambiare…
E allora, cara Napoli, “nun fa la stupida stasera”: tieniti pure il tuo sole, il tuo mare, la tua pizza, il tuo Vesuvio (che se erutta, tanto a Lucio non lo beccavi prima, figurati adesso che sta a Milano), la tua monnezza. Tieniti pure la tua disoccupazione.
Ma ricordati sempre una cosa:
Napoli, hai perso uno dei tuoi figli prediletti!!!
...e nemmeno te ne sei accorta...

29 commenti:

Bruja ha detto...

Napoli non sa quanto ha perso...;-D

AndreA ha detto...

Davvero?
Ma è una notizia ufficiale?


Un abbraccio felice fine settimana! :-)

Sturm und Drang ha detto...

a Bruja: si, Napoli nemmeno se n'è accorta che Lucio se nè andato!

andrea: ebbene si, è una notizia ufficiale!

Baol ha detto...

Vabbè...e mo perchè ce lo dobbiamo sorbire noi a Milano? :(

Sturm und Drang ha detto...

a baol: ahahahha, anche tu hai perfettamente ragione! Non so, provate pure voi a raccogliere firme per cacciarlo. Anche stavolta metterei una firma anche io, ma ho paura che poi mi viene a Roma (e che me lo devo sorbire io anche d'inverno, non basta l'estate?)

Ps: io e Lucio abbiamo alcuni amici in comune a Milano: anche loro hanno fatto i tuoi stessi rilievi ("azz..., e adesso ce lo dobbiamo sorbire noi?!?!")

LA CONIGLIA ha detto...

speriamo che la sardegna non gli interessi... :)

Fragola ha detto...

Greg... io mi fido di te CIECAMENTE e aderisco ai gruppi, e voto ai sondaggi, e tutto quello che vuoi... ma dirti che io ci stia capendo qualcosa... beh, questo no...

S.B. ha detto...

Oh ma ditelo che tra qualche giorno sono a Milano!!

Sturm und Drang ha detto...

alla coniglia: chissà! Lo scorso anno in vacanza è andato in Sicilia. Ma mi pare che la Sardegna abbia un mare bellissimo, quindi, chissà...

a fragola: cara, grazie per la fiducia! Niente di impegnativo, è solo un gioco. Lucio, un mio amico si è trasferito da Napoli a Milano. Non è il classico caso di "fuga di cervelli", visto che lui, come dico nel post "il cervello non ce l'ha mai avuto". Ma nonostante la chiave comica del post (seguita dal gruppo su facebook, nonchè dal sondaggio), che lo rende un personaggio caricaturale (anche se, in realtà, lui caricaturale lo è veramente), c'è un messaggio serio, alla fine. Ok, non sarà Einstein, ma resta il fatto che uno, nel terzo millennio, per trovare lavoro deve andare via da Napoli per stare a Milano!

a s.b.: cavolo, mi dispiace! Spero che non lo incontrerai!

Aurora ha detto...

Nel sondaggio ho optato per Giove, va bene, che dici ?

Sai Greg, l'hai notato che il Satyricon va bene per qualunque cosa? E' sboccato un bel po', quindi hai voglia a attingere per tutte le occasioni... (fatto liceo classico pure tu ?) :) :*
Ciao, abbraccio!

Sturm und Drang ha detto...

a aurora: ciao Tesoro, che bello ricevere un segnale della tua visita!!! Bè, Giove dovrebbe essere abbastanza lontano, non dovrebbe nuocere!

No, io non ho fatto il liceo classico, ma lo scientifico... Mi era rimasta la curiosità di leggerlo perchè mi ricordo che quando lo avevo studiato al liceo mi era sembrato divertente. Devo dire che mi sta deludendo...sarà forse perchè quando l'ho comprato in libreria, all'uscita mi sono trovato la multa per mancato pagamento del parcometro (nel periodo nel quale a ROma li avevano da poco ripristinati, e io non lo sapevo)...insomma, 'sto satyricon ha fatto danni!
Ciao Bellissima!

Blue Rose ha detto...

Mi sa che hai ragione, che il Satyricon magari porta pure male (mi spiace per la multa :/ ): perché ti dirò...sarà mica questa la ragione per cui a scuola non ce l'hanno fatto mai leggere ? Abbiamo letto praticamente tutti i classici più importanti ma il Satyricon no (forse perché non è tanto importante? O perché un po' troppo sconcio? :D), quindi pure io l'ho letto da sola, l'avevo preso dalla biblioteca della scuola per curiosità, come te, e ero rimasta pure abbastanza male, perché non me le aspettavo tutte le sconcezze... (ero piccola...non ero abituata...) :)

Però..a proposito di Lucio, seriamente, dover andare così lontano per trovare lavoro...sembra che non sia cambiato niente da quando gli italiani (e altri) emigravano in america per mangiare... Adesso ci saranno pure altri motivi, compresa la fuga dei cervelli mal pagati, però la storia mi pare sempre la stessa.

Ti abbraccio forte!
Smack!
PS- Mi sto trasferendo in altro spazio, qui su blogspot...piano piano comincerò a smantellare quel blog: ogni tanto qualcosa ci costringe a traslocare, pure nel virtuale! Forse è il normale corso delle cose?
Baci.

Mat ha detto...

beh, gli posso augurare buona fortuna però, nn utilizzando facebooh.. :)

ANNA ha detto...

Sono sempre i migliori quelli ad andarsene... o no?????? :))

Urd ha detto...

Che poi, parliamo dell'9inutilità di certi gruppi/petizioni che si vedono solo online, dove le persone per stare con la coscienza a posto mettono la loro firmetta (o si aggiungono al gruppo), stando ben tranquille che tanto loro il massimo l'hanno dato. It's the same con Saviano... ma vado ot.

Morwsna ha detto...

e tu? che fine hai fatto??

elle ha detto...

ritroviamo Lucio anche su facebook? ;)
a proposito di facebook per accedere e curiosare devo per forza iscrivermi? attendo lumi da chi sa come funziona questa nuova diavoleria :)) la mia mail è elle2007@libero.it....
bacione :)

AndreA ha detto...

Tanti Auguri di Buon Natale!! :-)

AndreA ha detto...

Tanti Auguri di Buon Anno!! :-)

Ragazza dei Sogni ha detto...

Greg, dove sei ?
:(
Non ti trovo più qui nel tuo blog...io sto mettendo su una nuova casa... Mi manchi!

Bruja ha detto...

HEIIIIIIIIIIIIIIII????
che fine hai fatto????
io ti aspetto...:-)

Mat ha detto...

Greg, davvero, ma che fine hai fatto? Tutto bene?

- Mat (quello di Immagine Pubblica)

Colui che Vede Oltre ha detto...

Arrossisco e sono lusingato di quanto hai detto nel commento che mi hai lasciato, e quasi quasi mi secca dirti che sono un maschio (e convintamente etero) :)
La vera destinataria delle tue parole (meritate) la puoi trovare a http://laragazzadeisogni.wordpress.com , e sarà molto contenta di risentirti.

Per quanto riguarda la perdita che ha subito Napoli, di sicuro il peso delle persone valide che abbandonano una città è sempre rilevante, sia che la notizia venga riportata dai media perché si tratta di persone famose, sia che passi inosservata al grande pubblico...

Dea Silenziosa ha detto...

Ciao Greg!
Sono stata avvisata del commento per me :) : quel blog non è mio, ma fa niente, m'è giunto ugualmente! :*
Ti ho scritto una mail per rispondere a tutto (spero ti arrivi, sono sempre insicura a proposito delle mail, temo sempre che possa finire automaticamente nel cestino dello spam senza che il destinatario se ne accorga!), comprensiva di mio nuovo indirizzo web... è vero, l'ultima volta che ho lasciato una traccia ancora non mi ero sistemata in un posto...ora ho ricominciato a scrivere... Sei tanto caro. A presto!

Mat ha detto...

E Immagine Pubblica ha perso uno dei suoi link prediletti, quello al blog di Greg. Ma che fine hai fatto, amico? Se torni fatti sentire, per tutto il resto spero che tu stia bene. Ciao Greg!

Baol ha detto...

Avvocato...che fine ha fatto?

Anonimo ha detto...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

Anonimo ha detto...

imparato molto

Anonimo ha detto...

La ringrazio per Blog intiresny